I vantaggi di HelParkinson

Strutturando al meglio il sistema d’interazioni fra tutte le componenti di HelParkinson è stato possibile realizzare un servizio che potesse offrire una serie di vantaggi diversificati ed adattati per ogni tipologia di utente o di ente che lo voglia utilizzare. Nato infatti come un qualcosa che doveva essere solamente uno strumento per aiutare la vita e la terapia del paziente affetto dal Parkinson, ben presto il nostro progetto si è arricchito di alcune possibilità che a loro volta possono essere d’aiuto anche a figure come medici (con cui sono in cura i pazienti stessi) o i principali centri di ricerca dedicati a questa patologia. La volontà è quella di inserire il paziente all’interno di un sistema da cui egli possa trarre dei benefici concreti ed allo stesso tempo gli permetta di aiutare, con la sua esperienza e con i dati da lui generati durante la terapia, la ricerca fornendo informazioni dettagliate e del tutto anonime. In poche parole un sistema in cui il paziente curando se stesso possa aiutare la ricerca a “curare” la malattia. Un nuovo concetto di cura e di assistenza sanitaria che abbia come obiettivo quello di mettere il paziente al centro del progetto, restituendogli un ruolo attivo e principale, differente dall’attuale concezione di malato.

I vantaggi di HelParkinson


Individuando quindi le tre figure con cui la piattaforma di HelParkinson si interfaccia possiamo identificare nel dettaglio i seguenti vantaggi e le possibilità derivate dall’utilizzo del nostro prodotto:
Ai pazienti viene data la possibilità di eseguire, nella più totale libertà e comodità di casa propria, tutta una serie di esercizi di monitoraggio utili a comprendere l’evoluzione della malattia e l’efficacia del trattamento seguito. Questo senza dover affrontare lunghi e faticosi viaggi per raggiungere le strutture ospedaliere che possono inficiare i risultati degli esercizi stessi. Il tutto attraverso l’utilizzo di un programma controllabile attraverso un’interfaccia interamente studiata sulle sue possibilità e difficoltà, utilizzabile senza mouse o tastiere. Inoltre vengono forniti anche alcuni semplici strumenti per potersi mettere in contatto con il proprio medico curante, per poter prenotare un appuntamento di controllo o per sapere dove quest’ultimo riceva in giornata nel caso ci fosse bisogno di un appuntamento con urgenza.
Il medico attraverso HelParkinson avrà uno strumento in più per poter gestire e controllare il monitoraggio dei proprio pazienti, ottenendo i risultati dei vari esercizi svolti in maniera semplice e diretta. Potrà seguire contemporaneamente più persone ed in qualsiasi momento a questi sarà in grado di assegnare nuovi esercizi o di modifica la terapia in base ai risultati ottenuti. Per consentire inoltre un facile dialogo col paziente è stata prevista una chat privata fra le due figure e la possibilità di poterlo contattare tramite una videochiamata.
Alla ricerca invece viene fornita una numerosa quantità di dati utili per continuare gli studi sulla malattia. Ogni paziente infatti, una volta terminato un esercizio, produrrà una quantità di dati classificati in base all’età, alla terapia seguita ed al decorso della malattia. Solo dopo essere stati resi anonimi, questi dati saranno inviati ad un cloud accessibile ad i principali centri di ricerca specializzati sulla malattia.